Seguici su:

"Tutto ciò che succede nella vita, è un pretesto per vivere un vissuto"

Come Ridurre le Barriere tra Noi e gli Altri – migliora il tuo sociale e molto altro

“Se non ci fosse la possibilità di incontrare la persona in questione, come funzionerebbe se l’unico modo per chiarire fosse un semplice sms? Tutto questo potrebbe ugualmente valere?” 

La domanda si riferisce all’articolo ‘Come Sbloccare un Rapporto in Sospeso’ (link

Direi che è il caso di aggiungere qualche elemento utile alla questione. 

Quando abbiamo un rapporto in sospeso con qualcuno, inevitabilmente ci sono dei blocchi che a noi sembrano incomprensibili. Le impressioni che si ricavano sono quelle dell’esistenza di vere e proprie barriere. 

Vediamo come si creano e come disfarle coscientemente, per migliorare il nostro benessere sociale.


Partendo dalla domanda: 

-se non ci fosse modo di incontrare la persona in questione? 

Da cosa dovrebbe dipendere? 
Distanza? Tempo? Disponibilità dell’altro a riceverci? 

Se l’altro è in contatto con noi, non c’è problema a vedersi. Se sappiamo dove abita, sappiamo anche dove raggiungerlo. 

Se i problemi sono ‘tempo’ e ‘distanza’ o ‘denaro’, sono dei non problemi. Cioè vi danno la misura del ‘vostro’ grado di interessamento a risolvere la questione. 

Se ho bisogno di sbloccare un qualcosa di importante, il cervello mi fa trovare tempo, il denaro arriva inconsciamente per aiutarmi, e non esiste distanza abbastanza grande da coprire. 

Persone che seguo sono andate all’estero anche per poche ore solo per parlare con qualcuno, altre sono venute da lontano per parlare con me, e io ho compiuto viaggi improponibili per chiarire un malinteso. 

-se l’unico modo per chiarire fosse un semplice sms? 

L’sms ma poi sarebbe meglio la telefonata, sono consentiti come strumento per riprendere un contatto e rimandare ad un successivo appuntamento… 

sms del tipo:’ciao, avrei veramente bisogno di parlare con te, ti posso chiamare stasera alle 8?’ e dalla chiamata si spiega la necessità e si passa all’appuntamento dal vivo. 

Ovviamente il problema emerge ora, nel caso il rapporto sia così mal messo da non essere graditi nemmeno per telefono o sms. 

Infatti chiarire i malintesi presuppone aver fatto un lavoro su se stessi, che al 99% non ha fatto nessuno di coloro che è convinto del contrario. 

Di solito questo lavoro viene eseguito insieme a me negli incontri individuali o nel corso “Regole nei Rapporti Umani” nell’arco di due giorni interi. 

Nello specifico il lavoro consiste nell’abbattere delle barriere tra noi e l’altro, ma se ragioniamo in termini convenzionali questo miracolo risulta impossibile. 

Infatti si tende a pensare che se l’altro ce l’ha con noi, non risponderà mai e quindi il lavoro è inutile. SBAGLIATO! 

Il lavoro parte da noi, trasforma il nostro essere interiore e comincia ad influenzare i messaggi che l’inconscio invia all’esterno e da una parte all’altra del mondo. 

Quindi se io cambio vibrazioni, l’inconscio della persona a cui voglio giungere lo recepisce e risponderà di conseguenza. 

La prova del 9 è che se cambiamo noi, le persone diventano più aperte nei nostri confronti. Spesso nei seminari capita che le persone con cui si ha un problema ci telefonino dopo aver chiarito dei conflitti, come se ci fosse un filo di telepatia. A volte sono persone che non hanno mai chiamato in vita loro o che non si facevano sentire per mesi. 

Vediamo in breve come funzionano le barriere. 

Prima di tutto, la barriera esiste quando due persone non riescono a raggiungersi nonostante uno dei due lo vorrebbe. 

A questo punto occorre distinguere chi ha creato la barriera, in modo molto semplice. 

1) La barriera è stata creata dalla persona che non si fa raggiungere. 

Esempio, Marco e Lucio sono vecchi amici, ma per un qualche motivo hanno allentato i rapporti e si vedono meno. 

Marco chiama e invita fuori Lucio più volte, Lucio si mostra favorevole all’incontro ma per via di impegni e contrattempi non riesce mai a liberarsi. 

Quindi è Marco che non riesce a vedere Lucio, non il contrario, perchè è Marco che lo cerca. Dunque Lucio ha costruito una barriera verso Marco. 

Se avete un amico/a o un partner o ex, un familiare, o della clientela che non riuscite a raggiungere, significa che loro hanno eretto una barriera per schermarsi da voi. 

Se invece accade l’inverso, cioè persone vi cercano e voi non trovate il modo di vedervi è perchè voi avete messo una barriera. Potete già immaginarvi la situazione, magari è qualcuno che vi interessa ma non più di tanto, con cui non avete voglia di stare, qualcuno di pesante ma a cui non vi sentite di dire la verità, ecc. 

2) La barriera serve sempre a difendersi da qualcuno che ci infastidisce o minaccia la nostra sicurezza. 

Come dicevo prima, se devo uscire con una persona che mi appesantisce coi suoi problemi, che non mi ascolta, che mi fa pressione con il suo carattere e che trasforma una piacevole situazione di svago in un ‘lavoro’, mi fa passare la voglia di vederlo e comincerò ad evitarlo. 

Ovviamente tutto questo accade anche tra due persone che avevano un buon rapporto ma poi hanno litigato e non si sentono più, anche tra due ex fidanzati. 

Di solito, almeno uno dei due è interessato a ricucire il rapporto o ripristinarlo, quello è la persona che può compiere il lavoro su di sè perchè probabilmente sarà anche quello che ha attivato i fattori respingenti nella relazione. 

I fattori respingenti sono tutti quei tratti di comportamento e modi di fare che infastidiscono l’altro e lo costringe ad allontanarsi. 

Chi respinge non necessariamente vuole disfarsi dell’altro, e chi se ne va non necessariamente ha piacere di farlo. 

Infine esistono degli elementi specifici che allontanano le persone e li costringono in barriere, più di qualsiasi altra cosa. 

Li elenco per brevità: 

-Il giudizio verso l’altro 
-La collera, per via della mancanza di comprensione sull’accaduto
-La mancanza di ascolto, dunque blocco nel relazionarsi 
-L’assenza di rispetto della situazione altrui 

Chi lavora su questi aspetti ha delle trasformazioni personali incredibili, al punto tale che le stesse persone tenderanno a trattarvi in modo completamente diverso, poichè non si sentiranno più in pericolo nè in astio verso di voi. 

Buon lavoro

Richiedi Informazioni

Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY